LE TERZE PARTI (PSD2 & FinTech)

DIRITTI E OBBLIGHI DELLE TERZE PARTI
TRASPARENZA

TRASPARENZA

Operazioni rientranti in un contratto quadro

L’istituto di pagamento in quanto terza parte mette a disposizione il foglio informativo relativo al contratto quadro del conto di pagamento e consegna al cliente, prima della conclusione del contratto, alternativamente, il documento di sintesi delle condizioni contrattuali oppure la copia del contratto idonea per la stipula; tali documenti riportano tutte le informazioni prescritte dalla normativa, compresi i costi a carico dell’utente e le condizioni cui è subordinata la prestazione.

Relativamente ai contratti relativi a conti di pagamento offerti a consumatori, gli istituti di pagamento mettono a disposizione anche il “Documento informativo sulle spese” redatto in conformità del Regolamento (UE) 2018/34 del 28 settembre 2017, riportante tutte le spese che il consumatore è tenuto a pagare in relazione ai servizi collegati al conto di pagamento più rappresentativi a livello nazionale, indicati con la terminologia standardizzata europea e inclusi nell’elenco pubblicato dalla Banca d’Italia; il documento informativo sulle spese deve essere in ogni caso consegnato al consumatore prima della conclusione del contratto e riporta l’Indicatore dei Costi Complessivi (ICC) del conto, utile ad orientare la scelta del consumatore tra le diverse offerte di mercato; inoltre, immediatamente prima dell’esecuzione dell’operazione, l’intermediario deve fornire, su richiesta del cliente e secondo le modalità previste dal contratto, le informazioni sui costi che verranno applicati e sui tempi di esecuzione

L’Istituto di pagamento deve fornire un’informativa sulle operazioni eseguite contenente, ivi incluso, un riferimento univoco che consenta di individuare ciascuna di esse; ciò può avvenire sia subito dopo l’esecuzione di ciascuna operazione mediante la consegna di una ricevuta o in alternativa vi è il diritto del cliente – previsto nel contratto quadro – di richiedere un’informativa periodica almeno mensile (cd. Estratto conto).

Ai consumatori, titolari di un conto di pagamento, in aggiunta all’estratto conto e al documento di sintesi, – gli intermediari forniscono, gratuitamente e almeno una volta all’anno, un documento denominato “Riepilogo delle spese”, redatto in conformità del Regolamento (UE) 2018/33 del 28 settembre 2017 , che riporta un riepilogo di tutte le spese sostenute dal consumatore nel periodo di riferimento nonché informazioni sugli interessi applicati sulle somme depositate o relativi ad eventuali sconfinamenti.

Singole operazioni di pagamento non rientranti in un contratto quadro.

La normativa sulla trasparenza prevede modalità semplificate relativamente a singole operazioni di pagamento che non rientrano in un contratto quadro riconducibili a Istituti di pagamento che non erogano anche altri servizi. In questi casi, infatti, la normativa ha previsto un quadro informativo ridotto così articolato:

a. Per il tramite di apparecchiature tecnologiche consultabili dal cliente (quest’ultimo può comunque richiedere che l’informativa sia fornita su supporto cartaceo o altro supporto durevole) oppure,
b. Attraverso la consegna della copia del contratto idonea per la stipula.

Per ciascuna operazione di pagamento eseguita, l’I.P. deve fornire una ricevuta che include un riferimento che consenta all’utente di individuare le operazioni di pagamento, il correlativo importo, tutte le spese, la data valuta dell’addebito o la data di ricezione dell’ordine di pagamento. A differenza di quanto previsto per i contratti quadro, l’I.P. può, a sua scelta, mettere a disposizione queste informazioni anziché consegnarle al cliente.

Se un ordine di pagamento per una singola operazione viene trasmesso per il tramite di uno strumento di pagamento contemplato da un contratto quadro con un altro intermediario, il prestatore della singola operazione può non fornire al cliente le informazioni che questi ha già ricevuto o riceverà in base al contratto quadro.

Trasparenza delle operazioni di pagamento PIS

Il servizio di disposizione di ordini di pagamento, prestato nell’ambito di un contratto quadro stipulato tra il PISP e l’utente deve consentire al cliente/utente di conoscere in anticipo le condizioni economiche del servizio, il PISP deve mettere a disposizione il foglio informativo e consegnare al cliente, prima della stipula del contratto, la copia del testo contrattuale idoneo per la stipula; tali documenti riportano, tra le altre cose, l’importo delle commissioni applicabili al servizio nonché le modalità per prestare o revocare il consenso alla disposizione di un ordine di pagamento.

Nel caso di operazioni non rientranti in un contratto quadro, l’informativa precontrattuale viene fornita attraverso apparecchiature tecnologiche consultabili dal cliente (quest’ultimo può comunque richiedere che l’informativa sia fornita su supporto cartaceo o altro supporto durevole) oppure attraverso la consegna della copia del contratto idonea per la stipula.

Nel corso della predisposizione dell’ordine di pagamento da parte del cliente, prima che questi confermi l’ordine, congiuntamente all’importo dell’operazione il PISP mostra anche le eventuali commissioni a suo favore a carico del cliente.

Subito dopo la prestazione del consenso da parte dell’utente, il PISP consegna una ricevuta contenente la conferma del buon esito dell’operazione di disposizione di ordine di pagamento, il riferimento univoco dell’operazione di pagamento e il relativo importo, nonché il riepilogo di tutte le eventuali commissioni pagate dall’utente a favore del PISP. Per le operazioni non rientranti in un contratto quadro, il PISP può mettere a disposizione le informazioni anziché consegnarle al cliente.

La trasparenza connessa ai servizi (AIS)

Gli I.P. che offrono unicamente il servizio di informazione sui conti (AIS) sono tenuti ad adempiere esclusivamente in materia di informativa precontrattuale. Tali operatori possono presentare l’informativa precontrattuale anche con modalità diverse per cui non sono obbligati a redigere il foglio informativo, il documento di sintesi o la copia del contratto.

 

© 2021 www.fintech-psd2.eu - All Rights Reserved | Privacy | Disclaimer | Codice Etico| Struttura della DLVA-FIDES Consulting SRL |
 
assistenza@fintech-psd2.eu 06.86357324